In tutte le lingue: traduzione, inserimento e adattamento di sottotitoli nei vostri video

Studio Moretto Group offre un servizio professionale di traduzione e inserimento di sottotitoli multilingue, opportunamente adeguati per il pubblico straniero. Questa soluzione, suggerita dal mondo della cinematografia, consente oggi di realizzare materiale audiovisivo di grande efficacia come, ad esempio, presentazioni aziendali, riprese dimostrative e filmati per la formazione del personale straniero in più lingue.

SMG mette a disposizione dei propri clienti una consolidata esperienza nel mondo della traduzione e le proprie tecnologie di publishing all’avanguardia per offrire un servizio d’eccellenza che soddisfi le esigenze dei propri clienti alle porte del terzo millennio.

Pubblicazione multimediale: utilità e differenza tra sottotitolazione e doppiaggio

I servizi di sottotitolazione e doppiaggio trovano oggi sempre maggiore applicazione nei più svariati ambiti che richiedono l’inserimento di una traduzione scritta o parlata in un video. Grazie alla semplificazione dei processi di produzione e all’abbattimento dei costi, la realizzazione di sottotitoli e doppiaggi non è più solo una prerogativa dell’industria cinematografica come un tempo, bensì è diventata un servizio accessibile a un gran numero di imprese, ad esempio per la loro produzione di video aziendali, documentari e corsi di formazione online multiligue.

Sottotitolazione

Si tratta di didascalie esplicative che vengono sovrimpresse al quadro visivo di un filmato, generalmente allo scopo di fornire la traduzione dei dialoghi o di coadiuvare la comprensione da parte di un pubblico non udente.

Doppiaggio

È la registrazione del parlato successiva alle riprese di un video, indispensabile per, rendere i dialoghi in una lingua diversa dall’originale. Il servizio di doppiaggio può essere realizzato nella modalità voice offquando il parlato del doppiatore si sovrappone completamente al parlato originale oppure nella modalità voice over, quando è possibile distinguere l’audio originale in sottofondo. A titolo esemplificativo, il doppiaggio in voice over è quello utilizzato da molti film e video in Est Europa, nei quali i dialoghi in lingua originale sono ancora udibili sotto alla traduzione.

La differenza tra caption e sottotitoli

  • Con caption si intendono principalmente le didascalie per spettatori non udenti che riportano tutti i contenuti audio necessari alla comprensione come, ad esempio, dialoghi, descrizione di chi parla e sulla sua modalità di espressione, musiche ed effetti sonori rilevanti nella scena (sottofondo musicale, squilli di telefono, ecc.).
  • I sottotitoli riportano i dialoghi in forma didascalica e sono rivolti a spettatori udenti che non comprendono la lingua o l’accento parlati. Vengono inseriti anche quando alcune parti del discorso risultano poco chiare.

Questa distinzione viene fatta negli Stati Uniti e in Canada, mentre in altre nazioni si utilizza generalmente il termine sottotitoli per indicare entrambi i tipi di didascalie.

Quando i caption sono visibili solo in seguito alla loro attivazione da parte dello spettatore attraverso i comandi remoti o il menù, vengono detti closed captions; se, invece, compaiono automaticamente in sovrimpressione, vengono denominati open captions.

I servizi di sottotitolazione, voice-overs e doppiaggio sono disponibili in oltre 160 lingue, tra le quali:

A

arabo-persiano

C

ceco
cirillico
croato

E

estone

F

finlandese
francese

G

georgiano
guaranì

I

islandese

L

lettone
lituano

M

maltese
mongolo

O

occitano

P

polacco
portoghese

T

telugu
thai
tibetano
turco

U

ungherese

Come si realizzano i sottotitoli

Per consentire una lettura agevole dei sottotitoli in lingua straniera è necessario tenere in considerazione i seguenti aspetti tecnico-linguistici:

  • La durata di permanenza del sottotitolo sullo schermo non deve essere inferiore a 1 secondo (poiché la lettura risulterebbe altrimenti impossibile) e non deve superare i 4 secondi per la lettura di una unica riga di testo oppure i 6 secondi per la lettura di un sottotitolo composto da due righe di testo.
  • Ogni riga di testo può contenere al massimo 35 caratteri– con carattere si intende qualsiasi lettera, segno grafico o spazio.
  • Sullo schermo possono comparire al massimo due righe di testo. 
  • Lo spazio occupato dal sottotitolo non può superare il 15% dell’altezza totale dello schermo e il 66% della sua larghezza.
  • Quando è presente un dialogo tra due personaggi, il testo dei sottotitoli va preceduto dal segno ” – ” e posizionato su due righe differenti.

 

Uno dei principali problemi nella produzione dei sottotitoli è l’assenza di una procedura univoca che sia applicabile in tutti i casi. Infatti, occorre individuare ogni volta la soluzione più appropriata a seconda del tipo di filmato da elaborare, del suo scopo e dei media utilizzati – basti pensare che, per leggere i sottotitoli in televisione è necessario circa il 30% di tempo in più rispetto a quello impiegato per la lettura dei sottotitoli destinati al grande schermo e una simile differenza ha chiaramente un grande impatto sulle modalità di realizzazione dei sottotitoli, sulla gestione dei tempi e delle lunghezze delle frasi.

Ciò nonostante, il processo di produzione di un sottotitolo è generalmente caratterizzato dalle seguenti quattro fasi:

Creazione del Modello

La definizione del modello è finalizzata alla corretta localizzazione dei sottotitoli nel video considerando i tempi di comparizione e sparizione del testo. In altre parole, i sottotitoli devono essere sincronizzati con l’audio e rispettare i cambi di scena e di inquadratura.

Traduzione

Consiste nella traduzione del testo originale, considerando la necessità di rispettare gli aspetti tecnici del sottotitolo, come ad esempio il numero massimo di caratteri per riga. Un servizio di traduzione per sottotitoli deve essere anche un’operazione di adattamento testuale volta ad adeguare la lunghezza delle frasi alla disponibilità di spazio a video e alla velocità di cambio delle scene. Quando possibile, è bene non tagliare le frasi su più videate e ciò richiede spesso grande maestria nel gestire il loro adattamento, soprattutto nel tentativo di mantenere il più possibile la sincronizzazione con il labiale. Un altro punto cruciale consiste nel trovare un compromesso tra le esigenze di sincronizzazione del testo tradotto e la sua leggibilità, senza per questo compromettere l’esaustività del significato originale.

Simulazione

Consiste nella verifica della correttezza dei sottotitoli tradotti e della simultaneità tra video e testo. La lettura deve risultare naturale e ciò si realizza quando i sottotitoli sono stati tradotti e adattati in maniera efficace e sono temporizzati correttamente.

Correzione

Quest’ultima fase di produzione consiste nell’eliminazione di eventuali errori di traduzione, di posizionamento o sincronizzazione dei sottotitoli e richiede la partecipazione dei traduttori revisori e dei tecnici di sottotitolazione.

RICHIEDI UN

PREVENTIVO

Compila i campi del modulo sottostante per richiedere un preventivo ai nostri uffici. Il nostro staff sarà lieto di poter rispondere alla tua richiesta nel più breve tempo possibile.

I campi contrassegnati con il simbolo “*” sono obbligatori.

Drop a file here or click to upload Scegli il file
Maximum upload size: 134.22MB

Curiosità storiche sulla sottotitolazione

Dal 1919 al 1930 circa, si passò dal cinema muto a produzioni via via più complesse che alternavano immagini a didascalie, fino ad arrivare nel ‘27 al sonoro sincronizzato e, nel ‘32, al doppiaggio dei film per l’esportazione nei mercati stranieri. Terminò così l’era delle didascalie e nacque quella della sottotitolazione.

Da allora, sono state sviluppate numerose tecniche che consentono di riprodurre sottotitoli su pellicola: dai processi chimici alle tecniche laser, passando per i caption generator, fino alla pervasività del digitale con l’avvento dei DVD e l’introduzione di software rivoluzionari come After Effects o Camtasia.