Web Writing

Content management e web marketing

Sempre più spesso si parla, nell’ambito del web marketing, di web managementcontent management, web writing e SEO (ottimizzazione dei siti sui motori di ricerca per ottenere un migliore posizionamento degli stessi e una maggiore visibilità online). Oggigiorno, un sito web aziendale costituisce un importante biglietto da visita per farsi conoscere sia nel proprio Paese che all’estero. Non è facile, tuttavia, riuscire a districarsi nel labirintico mondo dell’informatica, specialmente se si tratta di creare web content destinato al pubblico straniero, che si tratti di redigere i testi per un nuovo sito web, gestire post e commenti sui social media (rispettando norme redazionali e best practice dei vari ambienti), o pianificare le strategie per aumentare la cosiddetta esperienza utente degli internauti su scala globale.

La semplice traduzione di web content, per quanto buona, non comporta automaticamente un aumento delle visite da parte del pubblico di destinazione. Esistono svariati elementi da tenere in considerazione per ottimizzare i propri contenuti web per l’estero, alcuni di carattere linguistico, altri di carattere più squisitamente informatico. Ecco come e dove entrano in gioco le competenze linguistiche nelle attività di content management multilingue:

Web content management per un web content localizzato

Ottimizzare il proprio web content per le lingue straniere comporta svariati aspetti di ricerca tra cui, ad esempio:

  • verifica della popolarità e della concorrenza delle parole chiave nel mercato straniero di destinazione, anche tramite un web marketing management focalizzato su azioni di benchmarking online;
  • scelta delle keyword più strategiche per le singole pagine del proprio sito internet;
  • geolocalizzazione del web content, per definire vocaboli strategici e più specifici per un migliore posizionamento in particolari aree geografiche.

 

Content management e SEO: tag, metatag e percorsi

I tag sono i “marcatori” alla base del linguaggio HTML, che definiscono lo stile e la struttura del foglio elettronico e possono rivelarsi fondamentali per chi intende intraprendere azioni di  web content management in ottica SEO. Nelle versioni in lingua straniera di siti aziendali, viene spesso trascurata la versione in lingua straniera dei testi interni di alcuni tag (come il testo alternativo alle immagini, o tag di tipo head come i title, i meta, ecc.) e dei percorsi dell’URL, anche se i moderni CMS (content management system) permettono la gestione multilingue di questi elementi tramite appositi plug-in. Capita, infatti, di imbattersi in alcuni siti Internet che, pur presentando web content multilingue, o addirittura domini con estensioni straniere, presentano i suddetti elementi non tradotti. Ecco una descrizione dei principali elementi:

Tag “Title”

È quello che definisce il titolo di una pagina web, e che compare in cima alla finestra e alla scheda di navigazione, così come nei risultati di ricerca dei browser.

Metatag “Description”

I metatag (o metadati), a differenza dei tag, non hanno lo scopo di marcare, o definire il layout del testo di un foglio elettronico, bensì di fornire informazioni aggiuntive per un miglior reperimento della pagina stessa (oppure per definire eventuali copyright, o ancora per aggiungere effetti grafici alla pagina). Il metatag “Description”, in particolare, è quello che contiene una breve descrizione del contenuto della pagina web, per fornire ai crawler un sunto dei suoi contenuti. In genere, dovrebbe contenere le parole chiave che verranno poi riprese nel corpo del testo. Nonostante la loro funzione strategica in ambito di web content management, la loro importanza ai fini del SEO è discussa da tempo, a causa dell’abuso o dell’utilizzo scorretto riscontrato sul web.

Attributi “alt” e “title” delle immagini

Per chi dà importanza alle immagini caricate online, tali attributi si dimostrano interessanti per l’ottimizzazione delle pagine. “Title”, in questo caso, è utilizzato come attributo del tag “img” (immagine) che permette di inserirne il titolo, mentre “alt” è la specifica che definisce un testo “alternativo” (che compare nel caso di un mancata/errata visualizzazione dell’immagine).

URL

Per ottenere un buon posizionamento di un sito internet in una determinata area geografica, spesso risulta ottimale l’acquisizione di un dominio locale (per esempio: .es, per la Spagna; .de, per la Germania; .fr, per la Francia e così via) su cui caricare i contenuti tradotti. A questo punto sarà utile valutare quali parole usare per definire i percorsi degli URL di ciascuna pagina.

Content management e adattamento culturale

Una volta sistemato l’aspetto più tecnico legato alla creazione del web content, vanno attentamente valutati tutti gli elementi che necessitano un adattamento per un pubblico locale. Ciò comprende la localizzazione dell’intero web content, linguistica, stilistica  e di tutti quegli elementi che potrebbero determinare il successo del sito per un pubblico internazionale (dai Java script alla scelta dei colori più adatti da utilizzare nella pagina per renderla più piacevole al pubblico di riferimento).